Visto 389 volte

Il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Giuliano Poletti, ha aperto a Verona la 26esima edizione di "JOB&Orienta" partecipando alla prima giornata del salone nazionale dell'orientamento, la scuola, la formazione e il lavoro, che proseguirà fino a sabato 26 novembre 2016. Filo conduttore dell'evento è il tema "Imparare lavorando: in Italia si può", con l'obiettivo da un lato di aiutare i giovani a scegliere il loro futuro, dall'altro di potenziare il dialogo tra la scuola e le imprese e ridurre la distanza che separa i giovani e l'istruzione dal mondo del lavoro.

E' imprescindibile per il Ministro un cambiamento culturale. "L'alternanza scuola-lavoro è un tema importante, ma siamo in ritardo di 20 anni. Dobbiamo costruire una nuova cultura dell'impresa e smettere di pensare che essa sia il luogo dello sfruttamento del lavoro –ha dichiarato Poletti-. Bisogna cambiare mentalità e cultura altrimenti nessuna legge può cambiare l'andamento delle cose. Oggi, l'alternanza rappresenta una sfida importante ma ha una speranza di successo solo se tutti ci impegneremo nella sua realizzazione".

Poi ha aggiunto: "abbiamo bisogno di usare le esperienze degli altri paesi e misurarci poi con la nostra realtà, la nostra storia e le nostre imprese. L'alternanza non si fa solo nelle grande industrie, il futuro ha un pilastro importante che è la manifattura ma dentro ci sono altre opportunità come il turismo, l'agricoltura, i servizi".  E ancora: "Il Sud ha potenzialità eccezionali. Bisogna che tutti insieme facciamo qualcosa per fare in modo che il territorio si sviluppi economicamente perché i posti di lavoro li creano le aziende".

Il Ministro ha infine visitato alcuni degli stand all'interno dei padiglioni (Unioncamere, Regione Lombardia, Regione Veneto, Accademia Italiana Marina Mercantile, Regione Liguria, Umbria, Puglia, Cisl e Lega Coop) intrattenendosi in particolare presso la "Casa del Welfare" dove ha dialogato con i ragazzi alle prese con Act4Job, gioco di ruolo a squadre sul mondo del lavoro curato da Italia Lavoro.