Visto 3079 volte

Nasce VAGARI, il blog di Lea e Miriam. Due amiche e compagne di viaggio innamorate della Puglia, della quale hanno deciso di scoprire luoghi, arte, tradizioni e sapori.
Il blog, realizzato da LwbProject Srl e consultabile all’indirizzo www.vagariblog.it, è stato concepito come un vero e proprio diario di bordo, che contiene appunti di viaggi “vaganti” nelle terre di Puglia.
«Da Nord a Sud, dal Gargano al Capo di Leuca, la Puglia ha tanto da raccontare. – spiegano le due blogger - il nostro vagare con curiosità e passione, godendo dei piccoli dettagli, è diventato un vagare “all’uso nostro”: scegliamo una meta, saliamo in auto e scopriamo luoghi, alla ricerca di una traccia significativa dell’essere Puglia».
VAGARI, attraverso le foto e i racconti, intende condividere esperienze, trasferire emozioni e descrivere l’incontro con i luoghi, la cucina, le tradizioni, i dialetti, le persone.
Dalle spedizioni in giro per la Puglia, terra ricca di gusto, storia e arte, nascono i “vagatour”, veri e propri itinerari, enogastronomici e culturali, che chiunque potrà ripercorrere.
Il blog, dinamico e di facile fruizione, si presta quindi a diventare un’ottima guida per quanti, incuriositi, vogliano scoprire posti nuovi e fino ad oggi inesplorati. Un ottimo espediente per promuovere il territorio, valorizzandone le potenzialità, e suscitando interesse, oltre i confini della nostra stessa regione.

In cosa si differenzia VAGARI dagli altri blog o siti che parlano di Puglia?
Ora si racconta molto, anche di Puglia. I nostri racconti ripercorrono passo passo i tour che facciamo e indirettamente forniscono anche informazioni spicciole, come per esempio dove parcheggiare l'auto, dove prendere un buon caffè in un luogo che sia anche suggestivo, i riferimenti di alcune strade.
L'aspetto fondamentale è che tutto è stato sperimentato da noi ed ha alla base una fase organizzativa, che prevede ricerche di informazioni e di contatti, che "risparmiamo" a chi decide di ripercorrere i nostri tour. L'aver sperimentato prima vuol dire essere certe di proporre un'esperienza che sia soddisfacente. Inoltre, la presenza contestuale di foto, video e approfondimenti, aiuta a rendere meglio l'idea dei luoghi che si stanno proponendo.

Cosa vi ha ispirato il pay-off "All'uso nostro"?
È un modo di dire tipico pugliese per intendere "facciamo le cose a nostro modo, come piace a noi, com'è nostra tradizione". Dopo i primi tour insieme, abbiamo cominciato ad identificarli in questo modo perché a noi piace "girare" con i giusti tempi, cercando di cogliere dei luoghi anche gli aspetti meno conosciuti, incontrando le persone e con l'attenzione rivolta ai sapori dei prodotti locali e della buona cucina, aspetto fondamentale. Quindi il nostro Vagari è diventato "all'uso nostro".

Come si possono avere gli aggiornamenti di VAGARIBLOG?
L'iscrizione alla newsletter "LAGAZZAVAGA" darà la possibilità a tutti di essere aggiornati in tempo reale sulle tematiche di approfondimento sulla PUGLIA e su nuovi VAGATOUR.