Visto 955 volte

Trasformare un sogno in realtà è davvero possibile. Dipende solo da noi. Ce lo insegna Davide D'Alessio, autore del libro “Il sogno è servito”, edito da Hoepli.

Grazie alla lungimiranza di imprenditori come Alessandro Blasi e Luigi Santoro (proprietari dei punti vendita Ipersport Taranto e Mesagne) che investono nella formazione dei propri dipendenti, Davide D’Alessio era a Taranto per parlare agli addetti alle vendite. Anche noi di LWBProject abbiamo avuto la possibilità di partecipare all’incontro.

Chi è Davide D’Alessio?
È  un coaching e motivatore di fama internazionale ed è co-founder della RCA (Restaurant Coaching Association). È cresciuto professionalmente in società nazionali e internazionali di lusso come Four Seasons, Kempinski e Maison Ducasse, operando in sette nazioni e tre continenti diversi. Appassionato di crescita personale e professionale, ha frequentato corsi di leadership, comunicazione e PNL. Al momento frequenta il MICAP, Master Internazionale in Coaching ad Alte Prestazioni. L’esperienza e gli insegnamenti appresi sono stati racchiusi nel suo manuale dedicato a chi vuole fare carriera nella ristorazione e nell'ospitalità.

Il sogno è servito
Attraverso il suo libro, l'autore ci spiega come è riuscito a trasformare e migliorare la sua vita. Nelle pagine del suo manuale parla di desideri concreti, di sogni che, attraverso alcuni spunti motivazionali, possono trasformarsi in obiettivi e poi in risultati.
«La differenza tra sognare e creare è la data di scadenza», ripete.
D'altronde lui ci è riuscito. Ha superato ostacoli che sembravano insormontabili e affrontato paure che paralizzano. Ascoltare la sua testimonianza è una ventata di ottimismo.
Davide oggi è «un coach professionista che aiuta le persone a realizzare i loro sogni in modo da sentirsi realizzate, libere e felici». Sorride sempre, («si fa meno fatica, si muovono meno muscoli», ironizza) e non usa mai le negazioni quando dialoga con qualcuno (in questo modo «si evita di entrare in contrapposizione con l'altro ed aumentano le probabilità di un confronto costruttivo»).
Insomma, Davide è consapevole del suo valore. «Mi sento un sole. Emano energia e con la mia luce aiuto con discrezione, gli altri pianeti a risplendere. - dice- Raccolgo la bellezza di ciò che faccio e sono dunque circondato di cose belle. Godo di quello che sono in grado di fare».
Questa profonda conoscenza di sè, lo ha spinto ad insegnare anche agli altri a dare valore alla propria vita. Come? Attraverso quattro semplici passi:
1. Formarsi...«con intelligenza e creatività, per distinguersi ed emergere»;
2. Presentarsi... «con stile, perché la prima impressione è quella che conta»;
3. Comunicare... «con empatia. Risultati vincenti si ottengono solo con un atteggiamento positivo. L'alternativa è l'improduttività»;
4. Educare... «emozionando».

Un libro interessante che regala un messaggio importante: non ci può essere il successo senza l'azione. Bisogna alimentare giorno dopo giorno quei sogni che danno un senso alla nostra vita e ci stimolano a fare sempre di più, sempre meglio.
Bisogna crederci.