Visto 223 volte

Si è svolta giovedì 20 e venerdì 21 settembre, in Portogallo, la fase conclusiva degli “Innovation and Entrepreneurship Teaching Excellence Awards”, il premio internazionale per l’eccellenza didattica in termini di innovazione e imprenditorialità. Dodici finalisti, provenienti da tutto il mondo, hanno presentato le loro particolari tecniche e metodologie didattiche di educazione all’imprenditorialità. Fra loro, anche Daniele Manni, unico italiano e unico docente non universitario. Manni insegna infatti informatica da circa 30 anni presso l’Istituto “Galilei-Costa” di Lecce. È conosciuto in Italia e all'estero per la sua particolare dedizione all'auto-imprenditorialità under 18 e alla creazione, da parte dei suoi studenti, di innumerevoli giovani startup, sia economiche che sociali. Nel 2015 fu candidato al "Nobel" per l'insegnamento, il "Global Teacher Prize".
Alla fase conclusione dell'Innovation and Entrepreneurship Teaching Excellence Awards, tra i competitor, docenti provenienti da Cina, Stati Uniti, Olanda, Irlanda, Austria, Colombia, Germania e Slovenia.
Il docente salentino non ha vinto gli Awards ma gli è stata conferita una menzione speciale con Attestato di Merito per l’impegno profuso nel guidare i propri studenti nell’ideazionedella startup “Mabasta”, ideata contro bullismo e cyberbullismo e che è divenuta in pochissimo tempo un punto di riferimento per le scuole italiane.
Questo non è il solo successo del professore di Lecce. Daniele Manni è risultato vincitore in ex aequo con l’irlandese Paul Flynn nella competizione parallela che vedeva in gara 22 poster di altrettanti relatori provenienti da tutto il mondo presso la 13° edizione della “ECIE - European Conference on Innovation and Entrepreneurship”. Il poster italiano ha meritato il 1° posto per l’originalità dei contenuti e per la semplicità e chiarezza espositiva.


[foto ANSA]