Visto 173 volte

Si può favorire l’inclusione sociale seguendo strade alternative a quelle tradizionali.

A Bari nasce la prima radio nazionale dedicata al mondo delle disabilità. L’obiettivo - come si legge sulle pagine del Corriere della Sera - è dare voce a chi non ce l’ha, creare una rete di comunicazione che possa abbracciare tutte le persone che vivono in una condizione di isolamento. Un altro modo, dunque, per promuovere l’inserimento delle persone con disabilità nel tessuto sociale, dal quale sono spesso escluse. “Anmic 24”, questo il nome della radio, ha sede nel quartiere Madonnella e trasmette, proprio come Rai News 24, a tutte le ore del giorno e della notte, sette giorni su sette, notizie di qualsiasi genere sulla disabilità.

Un servizio voluto dall’Associazione Nazionale Mutilati ed Invalidi civili e finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali. Non esiste solo la redazione barese, la stazione trasmette anche da Roma e può vantare diverse collaborazioni con emittenti radiofoniche sparse in tutta l’Italia.  

Le trasmissioni affrontano argomenti di stretta attualità, spaziando in ogni ambito del vivere quotidiano: dalle novità legislative che riguardano l’invalidità civile, ai diritti e alle opportunità, anche occupazionali. Per avere un’idea del lavoro che l’associazione sta facendo, è sufficiente visitare la pagina www.anmic24.it. Il sito è un altro fiore all’occhiello del progetto, rappresenta infatti un’ulteriore fonte di notizie cui attingere.

Il palinsesto radiofonico prevede una scaletta piuttosto ricca, con la presenza ad orari fissi del giornale radio e di rubriche tematiche. Non mancano trasmissioni di approfondimento sui temi più diversi, durante le quali gli ascoltatori possono intervenire, come da tradizione radiofonica, per dire la loro o semplicemente porre dei quesiti.

La radio offre a tutti la possibilità di venire a conoscenza di opportunità, investimenti e finanziamenti, da parte delle regioni o del Governo, così come di progetti destinati alle persone con disabilità. Spazio anche alle notizie riguardanti le agevolazioni fiscali, l’Inps, l’Agenzia delle entrate, il mondo della scuola e della formazione, eccetera.

La web radio è raggiungibile anche via smartphone, scaricando l’app “Radio Anmic 24” oppure attraverso Facebook. Nel realizzare il progetto, l’ANMIC ha voluto privilegiare un mezzo di comunicazione inossidabile - quello radiofonico – tra l’altro, perfettamente in armonia con il web.