Visto 228 volte

L’Italy SailGP si è concluso con il suggello acrobatico delle Frecce Tricolori e ha visto una grande partecipazione di pubblico. Cittadini e turisti hanno assistito non solo allo spettacolo dello sport, ma anche ad una sorta di prova generale dell’estate, anzi del futuro. Sono state ore importanti per una città che riceveva, quasi simultaneamente, la notizia delle condanne pesanti per i Riva (e per esponenti politici di spicco), nel processo Ambiente Svenduto. 

La vocazione culturale e turistica di Taranto comincia finalmente a trovare espressione. Eventi come il SailGP, con al seguito progetti formativi per i giovani, come quello chiamato Inspire, mostrano che il turismo è nel DNA della città

Per Taranto si tratta di una doppia rinascita (come tutti ci auguriamo), dopo gli ultimi terribili mesi segnati dalla diffusione del nuovo coronavirus; è questo il momento giusto per rimettersi in gioco. Ed è il momento di cogliere le opportunità che Invitalia offre, attraverso incentivi indirizzati alle iniziative turistico-culturali da realizzarsi al Sud

Cultura Crea 2.0 (in particolare la misura denominata Taranto Crea, promossa nell’ambito del Contratto Istituzionale di Sviluppo Taranto), favorisce la nascita e la crescita di imprese e startup no profit nell’ambito culturale. Cinquantaquattro milioni di euro che vanno ad alimentare la creatività e lo spirito di iniziativa, in Basilicata, Calabria, Puglia, Campania e Sicilia

Aree del Paese la cui attitudine all’accoglienza ha bisogno di essere valorizzata. Il programma Cultura Crea 2.0 è promosso dal Ministero della Cultura e gestito da Invitalia, in attuazione del PON FESR “Cultura e Sviluppo 2014-2020”. 

A Taranto possono accedere ai finanziamenti le imprese consolidate che intendono investire in iniziative a carattere culturale, ma anche le startup creative e di intermediazione turistica, così come le imprese sociali e le reti, i gruppi di imprese. 

Per la città sullo Jonio sono stati messi a disposizione 3 milioni di euro, da distribuire tra colori i quali abbiano sviluppato validi progetti per l’isola o per i quartieri limitrofi. Le domande possono essere inviate via mail (dal 7 giugno 2021), attraverso la piattaforma di Invitalia.  

I vantaggi per le imprese sono un finanziamento agevolato a tasso zero e un contributo a fondo perduto, con una premialità aggiuntiva per giovani, donne e imprese con rating di legalità. 

Per tutte le informazioni del caso si può visitare la seguente pagina Cos'è Cultura Crea 2.0 - Invitalia